Italiano English Deutsch

L'acqua che tocchi dei fiumi l'ultima di quella che and e la prima di quella che viene.
Cos la vita.

Leonardo da Vinci
Leonardo da Vinci
Leonardo da Vinci, Macchine del moto perpetuo

Torrente Agliena

Il Torrente Agliena si forma tra le colline di Barberino Val d'Elsa e Tavarnelle Val di Pesa. Raccoglie il deflusso delle acque piovane verso il fondovalle. A valle i due rami del torrente si riuniscono per proseguire verso Certaldo e confluire nel fiume Elsa.

Nell'anno Mille prima della costruzione della città di Semifonte venne progettato e realizzato un innovativo sistema idraulico. Obiettivi del progetto erano: assicurare acqua alla futura città, ma anche per l' agricoltura e evitare i dissesti idrogeologici dei terreni collinari. A questo scopo negli alvei del Torrente venne realizzato un complesso sistema di 24 Briglie per regimare la velocità di caduta dell'acqua e creare piccole riserve idriche da utilizzare nei periodi di siccità estiva.

L'Intero sistema rimase in funzione anche dopo la distruzione di Semifonte. Successivamente nel 1540 fu Leonardo da Vinci che studiò il Torrente Agliena e ne lasciò memoria nel "Codice Leicester" (oggi Hammer) in un suo scritto: "Metodi per evitare l'erosione degli argini dei fiumi". Il torrente Agliena venne utilizzato fino a tutto il XVIII secolo. Da quella data venne progressivamente abbandonato fino ai giorni nostri. Nel 1998 su un progetto di restauro conservativo di Paolo Caccetta che ottenne l'approvazione e i finanziamenti della CEE, l'intero sistema venne riportato alla completa funzionalità.